Thailandia, Maya Bay chiude ad agosto

Aggiornamento: come avevamo già detto con un post pubblicato a maggio di quest’anno, la meravigliosa Maya Bay in Thailandia, che si trova a Koh Pi Pi nella provincia di Krabi, sarà chiusa ai turisti per i mesi di agosto e settembre.

Aggiornamento post 4 ottobre 2022: facciamo presente a tutti i lettori che da questo mese “ottobre 2022”, May Bay a Koh Pi Pi Leh nella provincia di Krabi è nuovamente aperta al pubblico. Per conoscere eventuali dettagli per effettuare le visite, suggeriamo di leggere tutto il post.

La chiusura di uno dei luoghi più belli da vedere in Thailandia, servirà ad aiutare l’ambiente a ripristinarsi. La baia, resa famosa dal film “The Beach” dove Leonardo DiCaprio era il protagonista, è stata riaperta ai turisti il primo gennaio dopo una chiusura durata tre anni e mezzo.

Il prossimo mese, Maya Bay chiude momentaneamente ai turisti.

Secondo quanto riportato dai media locali, tutte le attività turistiche saranno sospese dal primo agosto al trenta settembre 2022. 

Come già detto in precedenza, le chiusure programmate sia di Maya Bay che di altre isole, servirà agli ecosistemi di riprendersi dopo un periodo alquanto trafficato di turisti.

Ricordiamo che la baia è stata riaperta con rigide misure di protezione ambientale. 

In questi sette mesi di riapertura, i turisti hanno potuto visitare la baia solo per un’ora al giorno tra le 10.00 e le 16.00. Il numero di persone che possono scendere sul tratto di spiaggia lungo 250 metri è stato limitato a 375 visitatori all’ora. Altre restrizioni prevedono bagni limitati a un’area designata e alle barche è stato imposto di attraccare solamente sul lato del molo dell’isola e con un massimo di otto imbarcazioni per volta.

Si prevede che le chiusure temporanee di Maya Bay diventeranno un evento annuale. Prima del lungo periodo di chiusura, circa il cinquanta per cento del corallo della baia è stato distrutto da anni di turismo illimitato e senza controllo. 

Prima del 2018, circa seimila persone al giorno venivano trasportate a Maya Bay, il numero così eccessivo di turisti ha causato danni enormi all’ecosistema. Oggi, dopo tre anni e mezzo di chiusura, quei coralli morti, spiaggia inquinata e una popolazione ittica pressoché assente si è ripristinata.

Continua a seguirci.

Fonte – The Thaiger


Potrebbe anche interessarti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...