Nuove norme per entrare a Bali senza obbligo di quarantena

Allentate ulteriormente dal governo indonesiano le regole di viaggio per entrare a Bali. Altri diciannove paesi sono stati aggiunti all’elenco delle nazioni che possono ottenere il visto all’entrata, cambiate anche le norme sul periodo di quarantena, leggi il post per saperne di più.

Da circa una settimana, tutti i viaggiatori completamente vaccinati, per entrare a Bali, devono solamente sottoporsi a un test PCR una volta arrivati all’aeroporto e attendere il risultato nella loro stanza di hotel. Niente più quarantena per chi è completamente vaccinato. Ricevuto il risultato negativo del test, i viaggiatori internazionali, possono tranquillamente continuare il loro viaggio.

Niente più prenotazioni in hotel certificati (CHSE). I viaggiatori, stando alle nuove norme emanate dal governo indonesiano, sono liberi di prenotare il loro soggiorno in una delle tante strutture alberghiere che sono sull’isola.

Per poter entrare a Bali, i viaggiatori devono essere in possesso di un certificato di vaccinazione Covid-19 digitale o stampato e aver ricevuto l’ultima dose almeno quattordici giorni prima del viaggio in Indonesia. Sono esentati da questo requisito i funzionari diplomatici, i viaggiatori di età inferiore ai diciotto anni e i viaggiatori che presentano una dichiarazione medica che non possono essere vaccinati.

I viaggiatori che hanno ricevuto il vaccino Johnson & Johnson devono mettersi in quarantena per cinque giorni e sottoporsi a un secondo test PCR il quarto giorno.

I ragazzi sotto i diciotto anni seguono le norme che vengono applicate ai loro genitori. Tuttavia, se i bambini hanno bisogno di un visto (B211A) e non possono ottenere un permesso all’arrivo, devono essere vaccinati o presentare una lettera di dichiarazione medica dove viene indicato che si è troppo piccoli per essere vaccinati.

Per quanto riguarda i test, le nuove norme prevedono quanto segue:

All’arrivo i viaggiatori devono presentare prova di un test PCR effettuato ventiquattro ore prima della partenza.

Una volta arrivati, è obbligatorio effettuare un test PCR. Il Test è possibile prenotarlo in anticipo online sul sito balitourismhospitality.

Una volta effettuato il test e ottenuto il visto, i viaggiatori sono tenuti a recarsi direttamente nel proprio alloggio e attendere l’esito dell’esame. Non è consentito lasciare per nessun motivo il proprio alloggio fino a quando non si riceve l’esito negativo del test.

Ricevuto l’esito negativo, i viaggiatori sono liberi di proseguire il proprio viaggio.

Per quanto riguarda tutti coloro che sfortunatamente risultano positivi al test PCR, a secondo dei sintomi, verranno messi in quarantena fin quando non otterranno un risultato PCR negativo. Per coloro che manifestano sintomi gravi, verranno portati immediatamente in ospedali governativi.

Altri requisiti fondamentali per entrare in Indonesia sono:

Assicurazione di viaggio che copra eventuali spese mediche legate al Covid e spese di evacuazione.

Visto all’arrivo o visto di visita B211A a seconda della nazionalità del viaggiatore.

I viaggiatori internazionali possono entrare in Indonesia dai seguenti aeroporti o porti:

aeroporti di Jakarta

aeroporto di Surabaya

aeroporto di Bali (Denpasar)

eroporto delle Isole Riau (Batam e Bintan)

aeroporto Manado

aeroporto Lombok

porto Benoa Bali

porto Batam

porto Tanjung Pinang

porto Bintan

porto Nunukan, Borneo settentrionale

I viaggiatori delle nazioni che riportiamo in elenco possono ottenere un viso all’arrivo, VoA (solo quando si arriva a Bali dall’estero).

Il VoA ha una validità di trenta giorni (30 gg) ed è prorogabile solo una volta per altri trenta giorni (30 gg). Passati sessanta giorni i viaggiatori sono obbligati a lasciare il Paese.

Per rimanere più a lungo oppure non si fa parte dei paesi riportati di seguito, bisognerà richiedere un visto di visita B211A.

Argentina, Australia, Belgio, Brasile, Brunei, Cambogia, Canada, Cina, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Ungheria, India, Italia, Giappone, Laos, Malaysia, Messico, Birmania, Olanda, Nuova Zelanda, Norvegia, Filippine, Polonia, Qatar, Arabia Saudita, Seychelles, Singapore, Sud Africa, Corea del Sud, Spagna, Svezia, Svizzera, Taiwan, Tailandia, Tunisia, Turchia, Emirati Arabi Uniti, UK, Stati Uniti d’America, Vietnam.

Prima di effettuare prenotazioni o acquistare un biglietto aereo, per maggiori informazioni sulle restrizioni di viaggio in vigore nel paese d’arrivo, suggeriamo sempre di contattare le autorità competenti che sono presenti nel paese d’origine.

Continua a seguirci.

Fonte – Bali.com


*Sostieni Consigliviaggiasia. Acquistando anche un semplice adesivo nel nostro negozio online ci aiuterai a mantenere questo blog.


 Potrebbe interessarti anche

Thailandia aumento dei biglietti d’ingresso per 5 parchi nazionali

Nuove tariffe per entrare in cinque parchi nazionali della Thailandia. Leggi il post per saperne di più. Continua a leggere Thailandia aumento dei biglietti d’ingresso per 5 parchi nazionali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...