La Cambogia chiude il parco archeologico di Angkor per rallentare la diffusione del Covid-19

La Cambogia chiude il parco archeologico di Angkor per rallentare la diffusione del Covid-19

La Cambogia, visto l’aumento di casi Covid-19 degli ultimi giorni, ha deciso di chiudere temporaneamente il complesso archeologico di Angkor, una delle più importanti attrazioni turistiche del Regno

La decisione da parte del governo cambogiano arriva dopo che il paese ha iniziato a registrare un aumento considerevole dei casi Covid-19.

Secondo una dichiarazione dell’Autorità Apsara, agenzia responsabile del complesso , la decisione è stata presa al fine di frenare quanto più possibile la diffusione del virus.

Anche in questo periodo di pandemia, il complesso di Angkor è ampiamente visitato giorni  moltissimi turisti sia nazionali che internazionali.

Fino al venti aprile 2021, tutti i turisti non possono visitare uno dei complessi archeologici più belli del mondo.

Ricordiamo che i turisti internazionali possono entrare nel paese ma devono comunque sottoporsi obbligatoriamente a periodo di quarantena presso una struttura alternativa autorizzata dal governo.

Se sieti interessati a viaggiare verso la Cambogia, suggeriamo di contattare l’ambasciata/consolato presente nel vostro paese d’origine per maggiori informazioni sulle restrizioni in atto.

Continua a seguirci.

Fonte – TT



Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...