Primo aprile riprendono alcune rotte internazionali da e per il Vietnam

Primo aprile riprendono alcune rotte internazionali da e per il Vietnam

Vietnam Airlines, dal primo aprile al trenta giugno, amplia le sue operazioni riprendendo quattro rotte internazionali

Il vettore vietnamita riprenderà le seguenti rotte:

Da Hanoi a Tokyo – partenza 3,8,11,16,23,27 e 29 aprile. Da maggio a giugno due voli settimanali con partenza giovedì e sabato

Da Hanoi a Incheon (Seoul – Corea del Sud) partenza ogni giovedì

Da Hanoi a Sydney – partenza ogni sabato

Da Ho Chi Minh City a Sydney – partenza tutti i giovedì e domenica

Per il momento i voli sono riservati ai soli vietnamiti che studiano, lavorano o sono in visita da parenti che risiedono all’estero e intendono tornare a casa e a tutti gli stranieri che vogliobo tornare nel loro paese d’origine.

Ogni passeggero dovrà soddisfare le normative sull’immigrazione degli altri paesi.

Il vettore non è responsabile di eventuali rifiuti d’ingresso dei passeggeri e proprio per questo motivo viene consigliato di contattare le proprie ambasciate per conoscere tutte le procedure.

Vietnam Airlines prevede di proporre voli pacchetto da Giappone, Corea del Sud e Taiwan.

La ripresa dei voli si svolgerà in tre fasi.

Nella prima fase, il Vietnam riprende i voli a pacchetto completo per i viaggiatori vietnamiti.

Le compagnie aeree del paese collaboreranno con gli operatori di viaggio, le commissioni estere del Vietnam e le autorità locali.

I passeggeri, giunti in Vietnam, verranno messi in quarantena in hotel.

Il costo del biglietto aereo comprende, volo, tassa per test Covid-19, tariffe delle camere di hotel più pasti per quindici giorni e servizi di trasporto tra aeroporto e struttura alberghiera.

Per i voli di rimpatrio, i passeggeri verranno trasferiti in centri di quarantena anziché degli hotel.

Seconda fase

Dal mese di luglio, il Vietnam opererà voli regolari sia per passeggeri vietnamiti che per stranieri.

I passeggeri, all’arrivo, devono sottoporsi a periodo di quarantena ma non sono tenuti a presentare un certificato Covid-19.

Il Paese prevede di operare ventiquattro voli settimanali che trasporteranno 6.000-7.000 passeggeri dal Giappone, Corea del Sud e Taiwan.

Tutti i viaggiatori verranno messi in quarantena in hotel.

Il costo del biglietto aereo comprenderà volo, test Covid-19, periodo di quarantena, pasti e trasporti da aeroporto a hotel.

Terza fase

A partire da settembre, il Vietnam intende operare voli regolari sia per passeggeri vietnamiti e stranieri che sono in possesso di un passaporto vaccinale.

I voli saranno riservati a tutti quei paesi che utilizzano gli stessi vaccini usati dal Vietnam.

Le compagnie aeree di ciascun paese potranno operare sette voli a settimana.

Le persone che presentano un certificato di test Covid-19 o vaccinale, al momento dell’arrivo, devono comunque autoisolarsi per setto o quattordici giorni secondo la guida del Ministero della Salute.

I viaggiatori che non presentano un certificato dovranno sottoporsi a periodo di quarantena di quattordici giorni.

Per maggiori informazioni suggeriamo di contattare sempre l’ambasciata vietnamita presente nel vostro paese d’origine.

Continua a seguirci.

Fonte – VietnamNet



Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...