Chiarimenti sulla riapertura di Koh Samui senza quarantena

Chiarimenti sulla riapertura di Koh Samui senza quarantena

Pian piano che si avvicina il giorno della riapertura di alcune provincie turistiche della Thailandia escono sempre più notizie che spiegano meglio come saranno le restrizioni che verranno applicate ai turisti internazionali che intendono recarsi nel Regno con certificato di vaccinazione, allora vediamo cosa ci attende una volta sbarcati dal nostro aereo

La nuova campagna di riapertura di Koh Samui è chiamata Wonder Island e dovrebbe vedere l’arrivo di circa mille turisti entro il primo luglio.

I voli per l’isola, per ora, saranno offerti dalla compagnia Bangkok Airways e dovrebbero partire da Singapore, Stati Uniti, Europa e Australia.

Una volta giunti all’aeroporto, i turisti che presentano un certificato di vaccinazione, verranno trasferiti nel loro albergo di quarantena alternativa statale scelto prima della partenza.

Il secondo giorno, i viaggiatori, verranno sottoposti a test Covid-19 e con risultato negativo, già dal terzo giorno, si potrà viaggiare e svolgere attività in zone sigillate, molto probabilmente accompagnati da una guida turistica.

Alcune delle attività che si potranno svolgere nelle zone che sono lontane dalla popolazione saranno crociere, yoga, trattamenti termali e passeggiate.

Trascorsa una settimana, i turisti, possono muoversi in tutta Koh Samui e nelle vicine Koh Pha Ngan e Koh Tao, non è chiaro se bisogna fare ulteriore test Covid, ma pensiamo di si.

Il quindicesimo giorno bisognerà effettuare un altro test Covid-19 e con risultato negativo si potrà viaggiare per tutto il Regno.

Rimane sottinteso che la Thailandia aprirà gradualmente tutte quelle zone che nei prossimi mesi raggiungeranno il 70% della popolazione vaccinata, regola valida anche per Koh Samui e Phuket.

Quanto riportato nel post è valido solo per coloro che hanno ricevuto le due dosi del vaccino e possono presentare certificato medico.

Per quanto riguarda Phuket, la procedura dovrebbe essere la stessa, ma non ne siamo certi, proprio per questo motivo, prima d’intraprendere il vostro viaggio, suggeriamo di contattare l’ambasciata thailandese presente nel vostro paese d’origine e chiedere maggiori chiarimenti.

Continua a seguirci per rimanere aggiornato.

Fonte – The Thaiger



Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...