Il piano sandbox di Phuket viene approvato dalla CESA

Il piano sandbox di Phuket viene approvato dalla CESA

Il piano Sandbox turistico di Phuket, è stato inizialmente approvato dal Center for Economic Situation Administration, uno schema che consentirebbe ai turisti vaccinati di saltare la quarantena dal mese di luglio

Prima di diventare ufficiale, il nuovo piano, deve essere discusso tra l’Autorità per il turismo della Thailandia, il Centro per l’amministrazione della situazione Covi-19 e il governatore di Phuket.

Pochi giorni fa avevamo pubblicato un articolo dicendo che Phuket, dal primo luglio, avrebbe riaperto le sue porte a tutti i turisti togliendo il periodo di quarantena, ma le cose, viste le notizie di oggi, sembrano essere più chiare.

I viaggiatori che saranno esentati dal requisito obbligatorio di quarantena potrebbero essere solo quelli che hanno un certificato vaccinale.

Nel caso che il piano di Phuket andasse bene, si prevede che altre zone del Regno potrebbero quanto prima riaprire al turismo internazionale.

Per riaprire ai turisti senza il requisito della quarantena obbligatoria, PHuket, Chiang Mai, Pattaya, Krabi e la provincia di Surat Thani, dovranno vaccinare il settanta per cento della popolazione locale.

A oggi, Phuket, per raggiungere tale obiettivo, deve somministrare altre 925.000 dosi di vaccino.

L’isola vuole essere un modello per tutte le principali province turistiche.

Tutto dipende da come la comunità locale e il governo sostengono tale piano.

Vista la grave situazione economica che sta affrontando la provincia, i segnali che giungono da parte della popolazione, sembrano essere positivi.

Nel frattempo, le principali province che ogni anno attirano migliaia di turisti si stanno preparando, compagnie aeree e hotel cominciano già a tirar giù le loro offerte per attirare più viaggiatori possibili.

Prima di sviluppare qualsiasi piano di viaggio, non resta che attendere l’approvazione definitiva del programma ed eventuali dettagli in merito.

Visti i continui aggiornamenti e cambiamenti delle restrizioni in atto, suggeriamo sempre di contattare l’ambasciata thailandese presente nel vostro paese d’origine.

Continua a seguirci per rimanere aggiornato.

Fonte – The Thaiger



Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...