Madrid una città senza turisti

Madrid una città senza turisti
Madrid una città senza turisti

La capitale di una delle destinazioni turistiche più visitate al mondo, da venerdì, è nuovamente in blocco parziale per cercare di combattere la nuova ondata di Coronavirus, Madrid, vede scomparire completamente i turisti

Il settore turistico della capitale spagnola teme il peggio.

Proprio quando il turismo, pilastro dell’economia del paese che rappresenta circa il dodici per cento del PIL nazionale, stava mostrando segni di ripresa, le nuove restrizioni messe in atto dal governo, gettano nuovamente nel caos l’intero settore turistico.

Secondo le nuove restrizioni entrate in vigore venerdì sera a Madrid, i confini rimangono completamente chiusi agli stranieri.

Sarà possibile attraversare i confini di Madrid e paesi vicini solamente per motivi di lavoro, scuola, visite mediche o shopping.

Il ministero del turismo ha affermato che tutti i turisti non sono autorizzati a trascorrere la notte nei comuni colpiti ma possono attraversarli per recarsi altrove.

Le regole non sembrano essere chiare secondo una parte dei residenti della città che vedono ancora entrare alcuni turisti a Madrid visti i pochi controlli.

Mentre sembra esserci confusione, l’aeroporto di Madrid, il più trafficato della Spagna che gestiva prima del Covid-19 circa 5,5 milioni di passeggeri al mese, rimane vuoto.

Lunghe file di Taxi aspettano per ore con la speranza di effettuare almeno una corsa prima della fine della giornata.

Prima di questa estate, circa il settanta per cento degli hotel sono rimasti chiusi, mentre quelli che hanno provato a rimanere aperti hanno lavorato con una capacità del venti per cento.

Con queste nuove restrizioni che dureranno, per ora, quattordici giorni, gli albergatori sembrano rassegnarsi a ulteriori perdite economiche, posti di lavoro e chiusure definitive di attività.

Ottobre, mese che include la festa nazionale della Spagna, è sempre stato il periodo migliore per il settore turistico della città.

Le nuove restrizioni causeranno una perdita economica notevole, solo lo scorso anno 1,2 milioni di turisti hanno visitato Madrid in ottobre.

Anche se la salute viene prima di tutto, secondo Garcia Alonso, capo dell’associazione albergatori di Madrid, il settore alberghiero continuerà a essere uno dei più colpiti, proprio per questo ha chiesto al governo una moratoria sui pagamenti delle tasse per gli hotel e sui crediti per il settore turistico.

Continua a seguirci.

Fonte – TheJakartaPost

I nostri sondaggi
I nostri sondaggi

Leggi anche i nostri ultimi post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...