Arrivi internazionali in Vietnam 14 milioni in meno

Arrivi internazionali in Vietnam 14 milioni in meno
Arrivi internazionali in Vietnam 14 milioni in meno

Per quest’anno, il governo vietnamita, prevede una perdita di quattordici milioni di turisti rispetto 2019

Anche se il governo ha ripreso alcuni voli internazionali al fine di sostenere le attività economiche, secondo l’Amministrazione nazionale del turismo del Vietnam il recupero del settore dei viaggi dovrà avvenire rispettando specifiche fasi.

Come primo passo, tutte le aziende locali turistiche si dovranno concentrare sul mercato interno prima di avviare un eventuale esperimento che vedrebbe l’arrivo di alcuni gruppi turistici internazionali da dirottare in determinate località che consentano di prevenire e gestire eventuali focolai Covid-19.

Solo successivamente alla riuscita della fase sopra citata, il Vietnam aprirà a tutti quei mercati che negli ultimi tempi sono riusciti a gestire e tenere sotto controllo il virus.

Per ultimo, la fase prevederà il recupero totale del segmento turistico straniero.

In questi ultimi tempi, il governo, ha approvato la ripresa di alcuni voli commerciali internazionali permettendo a esperti, investitore, lavoratori stranieri qualificati e vietnamiti, di poter entrare in Vietnam.

Le aziende locali hanno avviato recentemente il secondo programma di stimolo della domanda concentrandosi sulla sicurezza al fine d’incoraggiare i cittadini a viaggiare nuovamente.

Secondo gli addetti del settore turistico, le aziende dovrebbero rimanere prudenti in quanto il mercato potrebbe non essere lo stesso del primo programma di stimolo e mostrare una flessione al ribasso.

Intervenendo a un seminario tenutosi la scorsa settimana, il vice presidente della Vietnam Tourism Association, ha affermato che le imprese dovrebbero iniziare a proporre, durante il secondo programma, prodotti nuovi e di buona qualità.

Ovviamente anche i prezzi di tali prodotti dovrebbero essere più accessibili, tutti fattori che aiuterebbero le aziende turistiche ad attirare più persone possibili che intendono fare una vacanza.

Per quanto riguarda il recupero del segmento internazionale sembra essere imprevedibile, tuttavia, se il Vietnam riaprirà le sue frontiere ai viaggiatori stranieri nell’ultimo trimestre di quest’anno, si potrebbero vedere all’incirca quattro milioni di vacanzieri, dati che si allontanano di molto rispetto a quelli dello scorso anno.

Secondo l’Ufficio di statistica generale, il numero di arrivi internazionali sembra essere crollato del 66,6% o 7,5 milioni.

Nel frattempo, i dati del Ministro della Cultura e dello Sport e del Turismo hanno riportato che moltissimi aziende di trasporto turistico hanno chiuso.

Altro dato veramente sconfortante riguarda le agenzie di viaggio, circa il 95% sembra aver cessato l’attività.

Per quanto riguarda il settore alloggi, hotel e resort ad Hanoi e Ho Chi Minh hanno registrato un tasso di occupazione del 10%,  Khanh Hoa, Kien Giang, Binh Dinh e Quang Ninh dal 3-5% e le restanti località tra lo 0% e il 20%.

Continua a seguirci.

Fonte – Vietnamnet

I nostri sondaggi
I nostri sondaggi

Leggi anche i nostri ultimi post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...