Visto turistico di lunga durata per la Thailandia si può già richiedere

Visto turistico di lunga durata per la Thailandia si può già richiedere
Visto turistico di lunga durata per la Thailandia si può già richiedere

I primi turisti in possesso del nuovo visto a lunga permanenza potrebbero arrivare nel Regno già dal prossimo mese mentre il Ministero del turismo, in questi giorni, sta stimolando le attività turistiche a prepararsi per accogliere i mille e duecento viaggiatori previsti

Ultimi aggiornamenti per quanto riguarda il visto di lunga durata in Thailandia 19.09.2020

Oltre a una lunga lista di documenti da presentare durante la richiesta del nuovo visto, sembra che le opzioni per i turisti di muoversi nel regno, una volta terminata la quarantena obbligatoria, siano molto limitate .

Tutti coloro che sono in Thailandia con il visto STV, terminato il periodo d’isolamento obbligatorio potranno andare solo a Pattaya, Phuket, Chiang Mai e Samui
.
Stando a un articolo del Bangkok Post pubblicato di recente, secondo il direttore del Dipartimento per il controllo delle malattie, i turisti stranieri dovranno presentare, al momento dell’arrivo, test Covid-19 negativo effettuato settantadue ore prima della partenza.

Inoltre devono restare in quarantena quattordici giorni prima della partenza nel loro paese di origine.

Durante la quarantena domestica prima della partenza, i richiedenti del visto, dovranno essere testati due volte per il Covid-19, all’inizio e alla fine del processo.

Anche se sembra che i primi ad arrivare saranno tutti coloro che fanno parte di paesi ritenuti a basso rischio di contagio del virus, non è stata ancora fornita nessuna lista di nazioni che il governo thailandese ritiene essere sicuri.

Per quanto riguarda le linee guida riportate di seguito, per il momento, sembrano rimanere invariate.

Da oggi, i tour operator thailandesi potranno iniziare a promuovere pacchetti per soggiorni a lunga durata tramite il nuovo visto speciale (STV) ai potenziali clienti.

Per maggiori informazioni, i turisti, possono contattare l’ufficio estero dell’Autorità del turismo thailandese il quale fornirà indicazioni precise sui piani di viaggio e i servizi offerti dai tour operator o della Thailand Longstay Company.

Coloro che intendono richiedere il visto, dovranno fornire ai funzionari consolari thailandesi tutti i documenti che riguardano l’itinerario di viaggio incluso il pagamento per la quarantena statale alternativa (ASQ) o (ALSQ), prenotazione alloggio post-quarantena, volo charter o jet privato, certificato Covid-19 e assicurazione sanitaria di viaggio.

Solo dopo che il Ministero degli Esteri avrà approvato i documenti, verrà rilasciato il certificato d’idoneità (COE) e STV al richiedente che potrà proseguire con il suo itinerario di viaggio.

Tutti coloro che riusciranno a completare la procedura in tempo, potranno entrare in Thailandia già dal primo ottobre.

Bangkok sarà il luogo dove i primi turisti verranno sottoposti a quarantena obbligatoria poiché la città può garantire sufficienti strutture ASQ che sono in grado di gestire persone straniere.

Durante questa prima fase di riapertura delle frontiere, i voli internazionali, saranno limitati solamente tre volte alla settimana e potranno trasportare un massimo di cento turisti per volo fino a raggiungere mille e duecento viaggiatori al mese.

Durante il primo mese, secondo il governo, il numero di turisti potrebbe raggiungere la piena capacità poiché molte persone sembrano aver mostrato l’intenzione di tornare nel Regno.

Stando sempre alle dichiarazioni rilasciate dal governo thailandese, sole se le operazioni nel primo mese procederanno senza grossi problemi e non si verificherà un altro focolaio Covid-19, nella fase successiva, molto probabilmente, saranno rilasciati più visti STV.

Per il momento non abbiamo altre notizie utili da fornirvi, appena usciranno ulteriori informazioni le pubblicheremo quanto prima.

Nel frattempo, se siete interessati al nuovo visto STV per la Thailandia, suggeriamo di contattare le autorità competenti oppure l’ambasciata thailandese più vicina a voi per maggiori informazioni.

Continua a seguirci.

Fonte – Bangkok Post

Sondaggio Consigliviaggiasia.blog
Sondaggio Consigliviaggiasia.blog

Leggi anche i nostri ultimi post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...