La Thailandia intende puntare sui turisti europei

La Thailandia intende puntare sui turisti europei
La Thailandia intende puntare sui turisti europei

In questi giorni, si presuppone, che il governo thailandese stia lavorando a un progetto per aprire le proprie frontiere a tutti quei visitatori che intendono soggiornare per un periodo lungo nel paese e che sono in fuga dal freddo inverno europeo

Con le frontiere chiuse a molti arrivi internazionali, il settore turistico del Regno, sembra che abbia un gran bisogno di riaprire.

Boon Vanasin, del Thonburi Healthcare Group, ha recentemente affermato che i funzionari del governo stanno prendendo in considerazione l’introduzione di visti per soggiorni di lunga durata che consentono agli stranieri di rimanere in Thailandia fino a nove mesi.

Ovviamente, se il piano venisse approvato, non ci sarebbe modo di sfuggire ai requisiti che prevedono un periodo di quarantena obbligatoria.

Le norme per rimanere nel Regno sono sempre le stesse, quarantena in un hotel di Phuket o altra isola nel caso il piano Safe & Sealed venga espanso e sottoporsi a diversi test Covid-19.

Nel caso, trascorso il periodo di quarantena, si volesse viaggiare in altre zone del Regno, bisognerà trascorrere altri sette giorni d’isolamento e sottoporsi ad altro test Covid-19.

La scorsa settimana la portavoce del governo Traisulee Traisoranakul, ha dichiarato che il modello Phuket è all’esame aggiungendo che i dettagli sono ancora in fase di elaborazione e che ancora nulla è stato confermato.

Sembra che per chi lavora nel settore turistico, questa riapertura, potrebbe essere un inizio da molto tempo atteso.

Da quando il Regno ha chiuso i propri confini, l’economia e l’industria del turismo sono state decimate.

Phuket, Koh Samui e Pattaya, quasi totalmente dipendenti dal commercio turistico, sembrano essere le zone della Thailandia a risentire di più della crisi.

Il governo, nel frattempo, è molto diffidente nel voler riaprire i propri confini agli arrivi internazionali visti gli esiti che hanno avuto alcuni paesi questa estate come per esempio la Spagna che ha visto nuovi picchi del virus dopo aver riaperto ai turisti.

Comunque sia, il governo, è intenzionato ad andare avanti con il piano che potrebbe accogliere tutti quei turisti europei che vogliono rimanere in Thailandia a lunga durata e trascorrere il loro inverno in un posto caldo.

Thai Airways, di recente, ha dichiarato che da novembre, opererà voli diretti su Phuket con partenza dalla Germania, Danimarca e Regno Unito.

Ovviamente, i problemi economici della compagnia mettono in discussione i suoi buoni propositi e il poter rimettere in volo la propria flotta.

Resta ancora tutto da vedere, mentre da una parte Phuket e altre zone del Regno hanno bisogno di riprendersi, dall’altra faccia della medaglia c’è la questione sicurezza.

Il governo sta cercando di fare in modo che la situazione non peggiori e nei suoi progetti intende trovare una soluzione che possa salvaguardare il paese da una possibile seconda ondata d’infezione e allo stesso tempo salvare anche il settore turistico e rilanciare l’economia del Regno.

Continua a seguirci.

Fonte – The Thaiger

Leggi anche i nostri ultimi post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...