Coronavirus: Ibiza un’isola deserta

Coronavirus: Ibiza un’isola deserta

Coronavirus: Ibiza un’isola deserta
Coronavirus: Ibiza un’isola deserta

Per quest’estate il distanziamento sociale sulla spiaggia di Figueretas a Ibiza non è difficile da rispettare, bar, locali e strade scarseggiano di turisti, effetto del Coronavirus.

La stagione turistica di una delle isole più popolari d’Europa, per quest’anno, subisce un duro colpo a seguito della decisione presa recentemente dal governo britannico di mettere in quarantena tutti coloro che rientrano dalla Spagna.

I locali e i pochi turisti che sono sull’isola, in questo momento, stanno vivendo un vero periodo di calma che normalmente è invasa da persone.

L’economia locale ha subito un impatto terribile, il 90% del PIL dell’isola proviene dal turismo.

Le Isole Baleari, a metà giugno, avevano grandi speranze di sfruttare al massimo la stagione estiva.

Visti i primi arrivi dopo la riapertura dei confini e un progetto pilota con la Germania, a luglio, la ripresa economica sembrava ben avviata, superiore alle aspettative.

A rovinare il tutto, è stato l’annuncio della Gran Bretagna del 25 luglio che ha imposto la quarantena a chiunque arrivi dalla Spagna.

Decisione presa visto l’aumento dei casi Covid-19 in Spagna degli ultimi giorni.  

Dopo la comunicazione del governo Britannico l’effetto negativo è stato immediato.

Subito dopo l’annuncio, sembrerebbe, che molte prenotazioni fatte dagli inglesi, siano state annullate.

Un duro colpo per il settore turistico dell’isola visto che circa il 30% dei visitatori sono stati sempre britannici.

Famosa per i suoi club, locali e soprattutto per la vita notturna, Ibiza si trova ad affrontare anche un altro grosso problema, la chiusura delle tanto famose discoteche.

Il governo spagnolo ha provato a ottenere un’esenzione per i viaggiatori di ritorno dalle Isole Baleari o delle Canarie, ma Londra ha rifiutato.

La situazione sembra essere grave, molti hotel e aziende, durante questo periodo, dichiarano di essere costrette a chiudere definitivamente.

Il requisito imposto dal governo britannico di una quarantena obbligatoria sembrerebbe per molti essere irragionevole visto che le isole spagnole risultano una delle poche zone del paese a essere state colpite dal virus.

Continua a seguirci.

I nostri sondaggi
I nostri sondaggi

Leggi anche i nostri ultimi post

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...