A luglio potrebbero iniziare le bolle di viaggio in Thailandia

Consigliviaggiasia.blog
Consigliviaggiasia.blog

Il ministro della sanità thailandesi desidera che le bolle di viaggio abbiano inizio il mese di luglio ma non per i turisti.

A nessuno, per il momento, sarà permesso di entrare nel paese per andare in vacanza.

Il ministro della sanità pubblica della Thailandia Anutin Charnvirakul ieri 19 luglio 2020 ha dichiarato che con molta probabilità il mese prossimo avranno inizio i primi viaggi che rientrano nelle tanto famose “bolle di viaggio”

Uomini d’affari, studenti internazionali, insegnanti ed esperti, saranno i primi gruppi di stranieri che potranno rientrare nel paese.

A luglio potrebbero iniziare le bolle di viaggio in Thailandia
A luglio potrebbero iniziare le bolle di viaggio in Thailandia

Il ministro ha dato la comunicazione dopo aver discusso di una “bolla di viaggio” con l’ambasciatore giapponese in Thailandia.

Durante l’incontro, sono stati discussi i requisiti essenziali che i visitatori dovranno rispettare per entrare nel paese.

Ai viaggiatori non sarà autorizzato di viaggiare liberamente per la Thailandia.

Inoltre, i viaggiatori, dovranno presentare un certificato “idoneo al volo, molto probabilmente COVID-19” sia in entrata che in uscita dal paese.

I visitatori dovranno inoltre informare le autorità thailandesi del luogo dove soggiorneranno durante la loro visita.

La settimana prossima, probabilmente, il governo thailandese e quello giapponese firmeranno l’accordo della prima “bolla di viaggio”.

Altri governi stanno contattando la Thailandia per stringere anche loro tale accordo.

La precedenza sarà data a tutti quei paesi che il governo thailandese ritiene essere sicuri e a basso rischio di contagio.

La priorità, per il governo thailandese, rimane giustamente la sicurezza della comunità.

A nessuno sarà permesso di entrare nel paese mascherato da uomo d’affari per andare in vacanza, così ha affermato il Primo Ministro Prayut Chan-o-cha.

Nel frattempo, stando a quanto afferma il Center for Covid-19 Situation Administration, circa 20.000 uomini d’affari stranieri, titolari di permessi di lavoro, studenti e insegnanti si sono registrati per tornare in Thailandia.

Le autorità competenti visto che non si tratta di turisti, ritengono di poter gestire in modo sicuro l’arrivo di 20.000/30.000 visitatori che intendono entrare nel paese per motivi di lavoro.

Continua a seguirci, appena avremo altri aggiornamenti li pubblicheremo.

Logo GIF amo viaggiare

Approfondisci leggendo i nostri ultimi post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...