Cambogia, viaggio nella capitale Phnom Penh

Phnom-Penh-Tonle-Sap-Cambogia.JPG
Cambogia, viaggio nella capitale Phnom Penh

Cambogia, Phnom Penh.

Oggi vi vogliamo parlare del nostro viaggio in Cambogia con destinazione Phnom Penh.

Il centro, come ben sapete, è la capitale del paese, con circa tre milioni di abitanti, città più vasta della nazione. Rinomata per la sua architettura in stile Khmer che si fonde con lo stile ereditato dai francesi, Phnom Penh è oggi, una meta turistica ancora non invasa. Adagiata sul fiume Mekong, è un ottimo posto per trascorrere tre, quattro giorni per poi proseguire il vostro viaggio verso altre destinazioni.

Noi di Consigliviaggiasia, durante il nostro viaggio nella capitale Phnom Penh, abbiamo cercato di visitare tutte le parti più interessanti, ma cosa c’è da vedere in questa città realmente? Qui un breve elenco delle cose da vedere in circa due giorni:

  1. Palazzo Reale – Pagoda d’Argento
  2. Museo Nazionale
  3. Monumento dell’indipendenza
  4. Monumento dell’amicizia tra Cambogia e Vietnam
  5. Museo del genocidio Tuol Sleng
  6. Wat Phnom
  7. I 5 Market più famosi

Prima di cominciare il nostro tour, ci teniamo a dirvi che, il paese gode da anni di una consolidata quiete, pertanto è abbastanza sicuro, raccomandiamo comunque di avere sempre una certa prudenza e di consultare prima della partenza il sito Viaggiare sicuri.

In Cambogia non è presente la nostra ambasciata. Per un qualsiasi problema, potrete chiedere aiuto all’ambasciata Francese oppure al nostro console con sede a Phnom Penh, tutti i riferimenti potrete sempre trovarli sul sito della Farnesina.

Situazione sanitaria

Facciamo presente che le strutture sanitarie non sono molto all’avanguardia, pertanto consigliamo di recarvici solo in caso di estremo bisogno e di stipulare una valida assicurazione medica.

Malattie maggiormente presenti sul territorio:

Malaria del tipo P. falciparum e febbre di dengue. Consigliamo di munirvi di eventuali spray anti moschito da spruzzare sulla pelle più volte al giorno oppure consultare prima di partire la vostra ASL di appartenenza o il vostro medico di fiducia per eventuali vaccini.

Fatte queste poche ma utili premesse, cominciamo a parlare della nostra Phnom Penh, con più dettaglio.

Palazzo-Reale- Phnom-Penh-Cambogia.JPG
Palazzo Reale Phnom Penh

Palazzo Reale, Pagoda d’Argento e Stupa Reali

Le nostre visite iniziano con il Palazzo Reale e la Pagoda d’Argento, vi consigliamo di arrivare di primo mattino, possibilmente alle ore 8.00 oppure alle ore 14.00. orari in cui troverete pochissima gente e potrete visitare le strutture in totale tranquillità. Il costo dell’ingresso è di circa 7 dollari (prezzo 2018) e pagando altri circa 10 dollari, potrete prendere una guida davanti all’entrata che vi accompagnerà per tutto il tragitto e vi spiegherà passo passo ogni dettaglio della storia e del sigificato che ha per i Cambogiani. Situato in pieno centro a pochi metri dalle sponde del fiume Tonle Sap, è facilmente raggiungibile da qualsiasi posizione, non lontano dall’imbarco dei traghetti, a piedi oppure con il caratteristico cyclo. Il Palazzo Reale, rappresenta la residenza dei sovrani della Cambogia. La maggioranza delle aree sono aperte ai visitatori, bellissimi giardini dove passeggiare e fare foto, bougainvillaea colorate e sentieri ispirati ad un misto di architettura francesce e locale. Alcune sono chiuse, ma potrete passeggiarvi attorno come nella Corte interna. Questo padiglione non è accessibile al pubblico essendo la residenza ufficiale del sovrano. Situata dietro il palazzo, in un altro edificio, dimora la regina.

Entrando all’ingresso principale (Porta della Vittoria), potrete subito ammirare il Chan Chaya Pavilion, ciò che rende la struttura caratteristica, è il suo tetto in stile Khmer-Thai realizzato nel 1913/14. Chan Chaya Pavilion , è tutt’oggi utilizzato come tribuna dal sovrano per le apparizioni in pubblico e per le esibizioni delle danzatrici reali. Attraversando il parco, vi troverete davanti la Sala dell’Incoronazione. Questa viene usata per ricevimenti e cerimonie reali. La prima struttura fu realizzata nel 1870 ed era completamente in legno, quella che potrete ammirare oggi è una secondo rifacimento che fu terminato nel 1917 e inaugurata dal sovrano Sisowath nel 1919. All’interno potrete vedere due troni reali e due statue in oro massiccio che rappresentano il sovrano Sisowath Monivong.

Costumi-tradizionali-cambogiani.JPG
Costumi tradizionali cambogiani

Prima di continuare, vi ricordiamo di condividere questo articolo se vi è piaciuto con i pulsanti che trovi a fondo pagina. Siamo felici di rispondere ai vostri commenti e rimaniamo a disposizione per eventuali suggerimenti che vorrete darci.

Inoltre vi rammentiamo che rimaniamo a vostra disposizione per eventuali info, scriveteci alla nostra mail massimilianod39avack@yahoo.com oppure inviando un messaggio sulla pagina Facebook Consigliviaggiasia.

Pagoda d’Argento

Collocato a Sud del palazzo reale e delimitato da un muro di cinta completamente decorato con affreschi realizzati da artisti cambogiani, la Viharn, (nome originale della struttura) è il padiglione più importante del complesso. Ciò che caratterizza questa struttura e le dà il nome di Silver Pagoda, è il suo pavimento. Rivestito con 5.000 piastrelle di argento, fu costruita nel 1892 ispirandosi al Wat Phra Kaew di Bangkok. Al suo interno, si potrà ammirare un’immagine del Buddha color smeraldo, una statua in oro massiccio e pietre preziose del Maitreya Bhudda.

Stupa-Reali.JPG
Stupa Reali

Stupa Reali

Usciti dal padiglione, si prosegue verso le Stupa Reali. Qui, nelle vicinanze, potrete visitare la Biblioteca nella quale sono custoditi i testi sacri del buddismo (Tripitaka), una statua del sovrano Norodom, e quattro stupa contenenti le ceneri di Re Ang Doung, Re Norodom, Re Norodom Suramarit, di suo figlio e le sue figlie.

Abbiamo terminato la visita a uno dei luoghi più importanti da vedere a Phnom Penh, vi raccomandiamo, prima di recarvi, d’indossare un abbigliamento adeguato e rispettoso, come gli altri palazzi delle principali città asiatiche, non è possibile entrare se non con le spalle e le gambe coperte.

Museo nazionale Phnom Penh

Nelle vicinanze del Palazzo Reale, guardando il fiume, esattamente alla sua sinistra, troverete il museo nazionale. Costo del biglietto circa 10 dollari. Qui potrete vedere oggetti d’arte e testimonianze della cultura Khmer. Bronzi e ceramiche del periodo pre-Angkoriano (Regno di Funan e regno di Chenla), statue e sculture realizzate durante il X e il XV secolo, vi accompagneranno in una meravigliosa visita attraverso la storia della Cambogia.

Tragitto da Palazzo Reale a Museo nazionale  Phnom Penh
Tragitto da Palazzo Reale a Museo nazionale Phnom Penh

Monumento dell’Indipendenza

Situato in centro città, costeggiando sempre il fiume, proseguendo verso l’imbarco dei traghetti, tra il Norodom Boulevard e il Preah Sihanouk Boulevard, questo monumento fu costruito tra il 1958 e il 1962. Eretto per celebrare l’indipendenza dal dominio francese, è bello da vedersi per la sua forma di stupa a fior di loto che richiama lo stile del tempio Khmer di Angkor Wat.

Tragitto da  Museo nazionale Phnom Penh a  Monumento dell'Indipendenza
Tragitto da Museo nazionale Phnom Penh a Monumento dell'Indipendenza

Monumento dell’amicizia tra Cambogia e Vietnam

Situato nel parco Wat Botum che si trova nel cuore della città, sempre vicino al Monumento dell’Indipendenza, rappresenta la profonda amicizia tra i due popoli, con il simbolo di due soldati vicini e una donna che tiene in braccio il proprio bambino. Questa scultura commemorativa, fu edificata nel 1979 dal regime comunista per ricordare la guerra tra i due popoli confinanti che si concluse con la vittoria dell’esercito vietnamita sui Khmer Rossi che stavano occupando la Kampuchea. Il monumento, costruito con materiali semplici e poco costosi, risulta essere in perfetta armonia con quello che è sempre stato il pensiero comunista. Visitandolo, potrete approfittare di qualche momento di relax e passeggiare in questo bellissimo giardino immerso nel verde.

Tragitto da  Monumento dell'Indipendenza  a  Monumento dell'amicizia tra Cambogia e Vietnam
Tragitto da Monumento dell'Indipendenza a Monumento dell'amicizia tra Cambogia e Vietnam

Museo del genocidio Tuol Sleng

Testimonianza del genocidio cambogiano, anche questo museo merita di essere visitato. Costo circa 10 dollari. Il museo è situato in pieno centro città, circa 30 minuti di passeggiata, uscendo dal parco Wat Botum, procedete in direzione sud su Oknha Suor Srun St. Di seguito inseriamo la mappa dettagliata per poterci arrivare.

Tragitto da  Monumento dell'amicizia tra Cambogia e Vietnam a  Museo del genocidio Tuol Sleng
Tragitto da Monumento dell'amicizia tra Cambogia e Vietnam a Museo del genocidio Tuol Sleng

Inizialmente l’edificio era una scuola superiore, con l’ascesa dei Khmer Rossi, venne ribattezzato ufficio di sicurezza S21. La parola Tuol Sleng, in lingua Khmer, significa “collina del mango selvatico”. Prigione e luogo di torture, si potranno vedere le stanze dove venivano tenuti i prigionieri e le fotografie di tutte le vittime che i Khmer Rossi fecero in quell’edificio.

Wat Phnom

Terminata la nostra visita al museo del genocidio, procediamo in direzione nord su St.113 verso St. 330.

Tragitto  da Museo del genocidio Tuol Sleng a  Wat Phnom
Tragitto da Museo del genocidio Tuol Sleng a Wat Phnom

Costruito nel 1372, questo tempio buddista è la struttura sacra più alta della città. All’interno troverete un Buddha seduto in bronzo, le pareti sono ricoperte di murales che rappresentano la storia e le reincarnazioni del Buddha prima della sua illuminazione. A Sud-Ovest, troverete un piccolo santuario dedicato a Ledy Penh ritenuta responsabile della fondazione del Wat (tempio). Il luogo sacro è spesso molto affollato dai fedeli che pregano e portano doni di cibo alla donna.

Il nostro tour non è ancora finito, ora parleremo dove poter fare shopping, scopriremo insieme i cinque mercati principali della città dove poter godere di tutta la cultura locale.

Central Market

Situato ad est del Wat Phnom, a soli 15 minuti di passeggiata, con una forma inconfondibile, il Central Market è il più grande di Phnom Penh. Qui è possibile comprare gioielli, souvenir, prodotti tecnologici e tanto altro. Molto famoso anche per il cibo, che sembrerebbe essere il più fresco e buono della città. Unica pecca, i prezzi sono leggermente sopra la media. Noi lo abbiamo provato, ne vale la pena!

Tragitto da  Wat Phnom  a Central Market
Tragitto da Wat Phnom a Central Market

Russian Market

Situato a ovest del Central Market, a una distanza di quasi 4 Km, questo Market, prende il nome dagli espatriati russi che negli anni ’80 lo frequentavano assiduamente. Qui potrete trovare veramente di tutto, soprattutto artigianato locale, lanterne tipiche, sciarpe in seta tessute a mano di cui noi abbiamo fatto un’ampia scorta da portare ad amici e parenti. Inoltre statue intagliate e tantissime imitazioni di marche famose. Un paradiso per tutti i turisti amanti dello shopping.

Tragitto da  Central Market  a  Russian Market
Tragitto da Central Market a Russian Market

Boeung Keng Kang Market

Market poco turistico e amato dai giovani cambogiani che adorano vestirsi alla moda. Qui si possono trovare, prodotti locali tradizionali, frutta, verdura, vestiti vintage, scarpe e borse prodotte tutte in Asia. Anche qui ci siamo divertiti veramente tanto, colori, profumi e sorrisi genuini dei cambogiani, ci hanno fatto trascorrere delle ore veramente indimenticabili. Per arrivarci, usciti dal Russian Market, procedete in direzione nord su St.155 verso St. 440.

Tragitto da  Russian Market a  Boeung Keng Kang Market
Tragitto da Russian Market a Boeung Keng Kang Market

Old Market

Situato a est del Boeung Kenk Kang Market, procedendo su St. 380 verso St. 57, arriverete all’Old Market.

Tragitto da  Boeung Keng Kang Market a Old Market
Tragitto da Boeung Keng Kang Market a Old Market

Se volete immergervi nella vita quotidiana dei cambogiani, questo è il posto giusto. Il Market è situato a sud del quartiere francese dietro al turistico Night Market, da visitare la sera ma meno importante degli altri. I cambogiani, qui, vengono a comprare veramente di tutto, pesce, oggetti per la casa, frutta, fino ad arrivare ai gioielli. Molte bancarelle, iniziano a vendere dalle 5 del mattino, qui sappiate che non troverete souvenir ma solamente tanto folclore locale.

Orussei Market

Terminati gli acquisti all’ Old Market, procedete in direzione ovest su Oknha Ing Bun Hoaw Ave verso Preah Ang Yukanthor St., seguendo la mappa, giungerete all’ultimo dei cinque Market che abbiamo visitato. Questo centro commerciale si sviluppa su tre piani. Qui si può veramente trovare di tutto, tranne che i classici souvenir. Se volete andarci, armatevi di tanta pazienza, vista la sua grandezza, e divertitevi a fare dell’ottimo shopping.

Tragitto da  Old Market  a  Orussei Market
Tragitto da Old Market a Orussei Market

Dove dormire a Phnom Penh

Vogliamo segnalare il Silver River Hotel , per chi cerca una sistemazione easy ma con posizione ottima, a 5 minuti a piedi dal Palazzo Reale. In questa via, non mancano pub e ristoranti, per cenare a poco prezzo, in una zona frequentata sia da stranieri che da locali. La struttura è semplice, ma eccezionalmente pulita per gli standard del posto, con una reception sempre aperta ed una sala colazione antistante, dove è possibile cenare oppure prendere un cocktail al ritorno dai nostri itinerari giornalieri. Le camere sono un pochino datate nell’arredamento, ma funzionali, così come anche il bagno, che ha una doccia piuttosto spaziosa; forniscono inoltre due bottiglie d’acqua gratuita al giorno, insieme a tè e caffè americano, da preparare sul bollitore, oltre a una comoda cassaforte. Troverete anche alla reception e all’agenzia viaggio vicina, tutti i collegamenti in bus per le altre destinazioni, possibile acquistare i biglietti per Sihanoukville a prezzi molto bassi, oltre che guide disponibili per portarvi ovunque vogliate.

Il nostro viaggio termina qui, siete pronti a iniziare il vostro?

Vi è piaciuto l’articolo? Cliccate e condividete

Buona Asia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...